CARLA FERRONI

lunedì

27

luglio 2015

0

COMMENTS

Che ne dite di un piccolo assaggio delle tendenze che verranno?

Written by , Posted in Autunno/Inverno, Carla Ferroni, Curiosità, Idee di moda, Novità, nuove, Senza categoria, Stili di vita

Carla Ferroni

I saldi li stiamo ormai archiviando, quello che, più o meno dovevamo avere nell’armadio c’è, compatibilmente con le esigenze di ciascuna di noi e con le finanze disponibili. Fuori di casa e dal posto di lavoro la temperatura è altissima, diciamolo, è ora di partire per le vacanze! E se per qualcuno deve passare ancora qualche settimana, certo il clima è quello della piena estate

Allora ho pensato, prima dei saluti che preludono alla partenza, di deliziarvi con qualche piccola anticipazione sulla moda che verrà! Perché no, nei negozi stanno arrivando le collezioni autunnali, qualche vetrina addirittura già espone i primi capi, i giornali cominciano a pubblicare le foto delle sfilate… e allora anche io, in linea con quello che succede, vi do qualche primizia!

Vale sempre la precisazione che nelle mie collezioni un posto speciale è riservato alle signore che hanno raggiunto gli “anta” e hanno bisogno di vestibilità comoda, quindi, nelle mie collezioni, non troverete mai soluzioni esasperate da passerella e fashion show... ma i temi, più o meno, sono quelli che in modo diverso, secondo le interpretazioni, prevalgono nella stagione.

Prima di tutto i patchwork  di tessuti e fantasie saranno protagonisti, anche di capi importanti come ad esempio cappotti e pellicce (sempre ecologiche nel mio caso!), quindi tanto colore e grafiche vivaci, anche in stile un po’ retrò.

Tanta pelle anche per i pantaloni, se amate il look grintoso! Grande spazio a misure comfort, con pull maxi da portare sui jeans e cappotti over, perfetti per chi ha l’esigenza di nascondere le imperfezioni! Senza eccessi però!

Per chi ama il bon ton abitini da signora, camicine col fiocco per essere super eleganti, con tanto di ruches, lustrini e dettagli da gran dama, pizzi e ricami romantici, perché no? Non manca lo stile maschile con rigorosi, ma anche molto sexy tailleur pantaloni!

Colori allegri e tanto rosso, perché la nuova stagione deve iniziare all’insegna della forza e dell’entusiasmo! Nel frattempo… buona estate!

lunedì

20

luglio 2015

0

COMMENTS

Ciao Carla, si sposa mia figlia in ottobre, cosa mi consigli di indossare?

Written by , Posted in Carla Ferroni, CHIEDI A CARLA, Curiosità, Idee di moda, Novità, nuove, Senza categoria, Stili di vita

Carla Ferroni 2015

Carissima Carla, ti seguo da anni e approfitto di questo spazio per ringraziarti. Con i tuoi capi mi sento giovane più della mia età (ho 57 anni, ndr…), più alla moda e anche più slanciata, visto che indosso una 50!

Adoro i tuoi pantaloni e le tue bluse, inoltre ho un debole per gli abitini, soprattutto quelli dalle linee scivolate, proprio come quelli che quest’estate hai messo in collezione!!! Recentemente ho acquistato quello giallo che ho visto anche nelle pubblicità e  nel mio piccolo posso assicurarti che mi sono sentita una regina! Grazie, grazie e grazie!

Vengo al punto: quest’autunno si sposa mia figlia, oltre che molto felice ed emozionata, ci tengo ad essere elegante, ma anche giovane e moderna, non troppo formale, perché non è il mio genere. Vorrei essere chic al punto giusto, ma anche allegra e spiritosa. Mia figlia si sposerà di sabato mattina in una chiesetta rustica sulle colline romagnole e poi farà un rinfresco in piedi. Cosa mi consigli?

Credo di averti detto tutto, aspetto con ansia qualche tuo prezioso consiglio!

Fiorella, Rimini

 

Carissima Fiorella, che bella lettera! Di quelle che si vorrebbero ricevere tutti i giorni: piena di entusiasmo, energia e graditissimi apprezzamenti! Grazie, tutto superlativo, come immagino sarà il matrimonio di tua figlia.

Comincio subito col dire che le collezioni per l’autunno-inverno sono ormai pronte per arrivare nei negozi, qualche anteprima è già nei negozi, ma in linea di massima le cose nuove si vedranno a settembre.

Posso anticiparti che oltre ai classici su cui puoi sempre contare, ma che se vuoi qualcosa di trendy puoi affidarti a stampe animalier, più grintose del più tranquillo bianco e nero. Basta scegliere qualche versione  non troppo strong e colori pacati.

Anche il multicolor  con disegni e righe che diventano tele su cui stampare motivi come quadri d’artista, è un tema forte della prossima stagione. Righe asimmetriche, diagonali anche con colori a contrasto per abiti e persino mini coat e soprabiti, perché no? Se indosserai un tessuto leggero, in ottobre andrà benissimo, poi è anche vero che il tempo è così pazzo che potrebbe essere ancora estate o al contrario già inverno! Se fosse ancora caldo trovo che il completo della foto potrebbe essere un ottima soluzione! Che ne dici? Potresti persino trovarlo in saldo!

Resta il fatto che il nero sarà sempre protagonista, anche il prossimo anno, ma se cerchi qualcosa di più informale… potresti trovarlo noioso… a meno che non lo scelga decorato con cristalli, strass e altri punti luce, che però per il giorno e il matrimonio mattutino ti sconsiglierei.

Ah attualissimi anche i completi pantalone anche con tessuti tappezzeria, per modernizzarli e renderli più attuali, che ne dici? Comunque quando la data si avvicinerà potrò darti qualche aggiornamento! Nel frattempo… auguri!

giovedì

16

luglio 2015

0

COMMENTS

Serena Williams, trofei, muscoli e una femminilità androgina

Written by , Posted in Carla Ferroni, Curiosità, Eventi, Idee di moda, Novità, Primavera/Estate, Senza categoria

Serena Williams

Avrete letto delle polemiche che hanno investito la pluricampionessa di Wimbledon 2015, Serena Williams!  Con un tweet a dir poco irriguardoso una fan (che è poi dura definire veramente così…) sottolineava la mascolinità di Serena e il fatto che assomigliasse al marito nel caso avesse indossato panni femminili.

Da lì un’orda di polemiche indignate da parte di scrittrici, stampa e personaggi dello star system. In effetti la signora è parecchio corpulenta, del resto è una campionessa al top della carriera, fortissima, bravissima e i suoi trofei parlano per lei! Chi non è d’accordo nel contestare il poco amabile apprezzamento?

La signora in questione è potente e ha una notevole fisicità e con tutti quei muscoli è difficile notarne la dolcezza, ma… parlando stile, se fossi Serena Williams tralascerei mini fascianti e abitini stretch, perché se è vero che sottolineano la figura, quando la silhouette è così possente, più che mettere in evidenza la femminilità, enfatizzano la mascolinità!

Serena in un mini abito stretch e il tweet incriminato...

Serena in un mini abito stretch e il tweet incriminato…

Ecco perché, scorrendo le immagini che ritraggono la campionessa nelle situazioni ufficiali, noto alcune incongruenze e abiti davvero imperdonabili.

Apprezzo invece la scelta di Serena, in occasione della premiazione dell’ultimo Wimbledon appena concluso, di indossare un abito da sera dalla linea scivolata, che non strizza e per quanto scopra le potentissime braccia (magari una manica chiffon trasparente avrebbe reso tutto più elegante) la rende decisamente più femminile.

Restando le sue curve, apprezzabilissime, Serena è una bella donna, ma la sua imponenza e la sua indiscutibile forza che trasmette anche quando non è in campo, necessità di qualche accortezza di stile. Come sempre insisto sul fatto che, al di là della moda e delle tendenze, in circolazione ci sono capi di tutti i generi, adatti a tutti i tipi di donne! Perché non scegliere quelli che ci migliorano, anziché no?

Giusto?

martedì

14

luglio 2015

0

COMMENTS

E si torna a parlare di curvy, anche sulle nostre spiagge!

Written by , Posted in Carla Ferroni, Curiosità, Idee di moda, Novità, nuove, Primavera/Estate, saldi, Senza categoria, Stili di vita

Mitica Marilyn Monroe

Bene, io sono felice quando si parla in termini entusiastici delle donne normali quelle cioè che hanno le loro belle forme al posto giusto, che non emulano solo e soltanto  i modelli della pubblicità dove le modelle, sono, anche per comodità di noi stilisti e mi ci metto dentro anch’io, sempre magrissime.

Qualsiasi capo, indosso a una donna di 50 kg non crea problemi, ma se il corpo prende forma diventa necessario sistemare, aggiustare, riprendere cuciture, plissé, pinces e tutto il resto. Insomma la vestibilità impone le sue regole, mentre con una ragazza super slim tutto diventa più facile!

Svelato questo mistero, passo a raccontare quello che leggevo l’altro giorno su un noto giornale: anche sulle spiagge tornano in primo piano le donne curvy e con loro anche il beachwear di moda!

Tralascio il fatto che oggi i giornali chiamano “curvy e formose” le taglie 42, 44, 46… che per me non sono affatto taglie generose, comunque… mi ha fatto piacere constatare che è in atto una rivalutazione in termini di bellezza, fascino e gradevolezza delle donne con seno, fianchi e cosce arrotondate. Linee enfatizzate (per fortuna!) da costumi con slip a vita alta, che fasciano, reggiseni a balconcino che evidenziano il décolleté e gli elegantissimi costumi interi che si rifanno allo stile delle bellissime pin-up degli anni Cinquanta!

Meno male! Mi piace molto quello stile, mentre davvero non amo i bikini striminziti se non indosso alle teenagers! Viva le donne, viva le signore, viva le curve soprattutto quando sono al posto giusto, possibilmente proporzionate e diciamolo, una volta per tutte, viva la femminilità, quella vera, autentica, fatta di morbidezza!

Siete d’accordo cone me? Lo spero! Di sicuro gli uomini saranno d’accordo con noi, ne sono certa!!!

venerdì

10

luglio 2015

0

COMMENTS

Saldi curvy? Ecco qualche idea in più!

Written by , Posted in Carla Ferroni, Idee di moda, Novità, nuove, Primavera/Estate, saldi, Senza categoria, Stili di vita

Care ragazze, non c’è sempre bisogno di scegliere etichette dichiaratamente curvy per avere capi che rispettano le forme femminili, che assecondano la morbidezza che molto spesso accompagna le signore che hanno raggiunto gli anta

In occasione dei saldi, a volte andare a cercare nel mucchio qualcosa che possa accontentare le taglie comode diventa un’impresa difficile. E invece no, basta affidarsi al buon senso nel rispetto di alcune regole facili facili.

Intanto non abbiate timore di affidarvi al colore che anzi, quando è proposto su linee e volumi che rispettano la vestibilità di una taglia generosa, possono mascherare anche difetti evidenti. Il giallo, il rosso e le fantasie della stagione in corso oltre a donarci energia e voglia di vivere, sono proposti, anche nella collezione Carla Ferroni con tagli fluidi di abitini morbidi che abbracciano dolcemente la figura.

Immancabili le bluse – caftano  meravigliose per il mare, la barca e le passeggiate in spiaggia, leggere, colorate e così eleganti! Da portare sui pantaloni bianchi o colorati. Con questo caldo saranno perfette anche in città e in caso di super trasparenza si potrà ovviare indossando sotto una canottiera leggera o un sottoveste corto.

Se vi piacciono e siete abbastanza alte per portarle con disinvoltura in giro ci sono anche molte gonne a ruota, lunghe, pantaloni palazzo, ampi. Bene! Sopra potreste abbinare qualcuna fra le innumerevoli maglie che ho proposto per il 2015, fantasia e tinta unita, in maglina e in cotone e anche in seta, polo o bluse un po’ allungate.

Basterà individuare le silhouette dalla vestibilità più morbida e vi garantisco che la scelta è ampia e diversificata! Evitare le T-shirt  strette anche quando hanno belle stampe e sono molto carine… preferire le camice egli abitini svasati, ok? Siete d’accordo? Ecco una mini carrellata! ;)

 

lunedì

6

luglio 2015

0

COMMENTS

Vi siete già tuffate sui saldi? Ricomincia la caccia alle occasioni!

Written by , Posted in Carla Ferroni, Curiosità, Idee di moda, Primavera/Estate, saldi, Senza categoria, Stili di vita

Carla Ferroni estate 2015Spero di non ripetermi! Gli articoli e i consigli sui saldi ad ogni stagione si susseguono, col rischio di dire un po’ sempre le stesse cose!

Però i saldi sono ormai una piacevole routine che oltretutto, prendendo esempio dagli americani che da anni improvvisano svendite e promozioni anche fuori dalle date consuete, sono sempre più frequenti. Alla clientela non resta che aguzzare la vista, prestando molta attenzione per non cadere in tentazioni inutili, acquistando capi che non servono e, ancora peggio, andando incontro a fregature. Il rischio è di pagare troppo per modelli di collezioni vecchie che non valgono la spesa, illudendosi cioè di aver fatto un affare che in realtà non c’è!

Come orientarsi? Be’ quando i negozi all’inizio dei saldi si riempiono di stendini pieni zeppi di abiti,T-shirt, pantaloni e gonne spesso mai visti prima… Mhm… meglio diffidare e se avete tempo controllate con grande cura. I prezzi sembrano attirare, ma a ben guardare di cose della nuova collezione in saldo c’è proprio poco, solitamente articoli continuativi che in realtà si trovano da gennaio a dicembre.

Questa peraltro è una condizione che riguarda soprattutto le grandi catene di abbigliamento e accessori, abituate alle grandi quantità, al riassortimento settimanale delle collezioni… Nei negozi di piccola e media grandezza, la questione è diversa. Più difficile trovare le taglie centrali, è normale, ma a ben guardare, qualche abito o maglia a pois o a righe, tanto di moda quest’anno e comunque sempre presente anche durante la stagione successiva, saranno ottimi acquisti da fare in saldo.

Tenete presente che un’altra caratteristica della nostra epoca è l’interstagionalità che ci permette di destreggiarsi senza fatica fra maglie a maniche lunghe, abitini smanicati, pantaloni slim durante tutto l’anno, un po’ perché il clima è pazzo, un po’ perché abbiamo imparato a vestirci a strati.

Non perdete il piumino leggero che va bene in primavera e in autunno, ma anche di sera d’estate quando c’è una burrasca e si adatta persino d’inverno sotto al cappottino o al maxi cardigan in lana! Perché è peso piuma, si chiude e sta in poco più che una mano. L’occasione dei saldi potrebbe indurvi, perché no ad acquistarne uno in più in un colore un po’ intenso, un giallo, un fucsia, un verde acido, che dia il cambio al nero o al neutro che avete già in guardaroba!

Giacche in maglia di cotone, soprattutto a righe, al posto della felpa, da avere assolutamente!

Che ne dite? È ora di andare a dare un’occhiata!

martedì

30

giugno 2015

0

COMMENTS

Abitini sempre in cima alla lista dei preferiti!

Written by , Posted in Carla Ferroni, Curiosità, Idee di moda, Novità, nuove, Primavera/Estate, Senza categoria, Stili di vita

Tubino in tessuto rigato con inserti tinta unita. Borsa in ecopelle ricamata

Tubino in tessuto rigato con inserti tinta unita. Borsa in ecopelle ricamata

Sono sempre attualissimi, perché versatili, facili da indossare e quando la fantasia lo permette, davvero adattabili a tutte le occasioni!

Sapete che ne propongo sempre tanti in collezione, soprattutto con linee slim che stanno a pennello alle taglie piccole, ma conservano il medesimo appeal anche nelle taglie forti. Perché? Perché sono realizzati con tessuti fluidi che ben si adattano alle forme femminili, materiali freschi e leggeri.

Naturalmente la sfida, insieme alla vestibilità che dev’essere quanto meno impeccabile, si gioca sul fronte delle stampe che ad ogni stagione si rinnovano mantenendo, si spera, la stessa classe e il medesimo livello di attrazione.

Quest’anno molta importanza è attribuita alle righe, capaci di mantenere uno spirito marinarovacanziero, ma perfettamente idonee a un look cittadino e da ufficio e in alcune proposte come il modello di oggi in foto, soddisfano persino esigenze di formalità ed eleganza raffinata.

Corpetto bianco, banda nera sotto il seno e lungo i fianchi a sottolineare la silhouette e per il resto righe sottili sul filo del sempre chic optical.

Come sempre una bag o un tacco elegante fanno il resto, mente una zeppa in corda, una ballerina o un sandalino basso insieme a una shopping in paglia possono rendere il tutto assolutamente easy!

Ideale da mettere in valigia, visto che ormai le vacanze sono dietro l’angolo… fra l’altro in molte città sono già iniziati i saldi, quindi meglio approfittarne!

martedì

23

giugno 2015

0

COMMENTS

La semplicità vince sempre, siete d’accordo con me?

Written by , Posted in Senza categoria

Still life CF 2015, abito nero righe verticali

Buongiorno ragazze, come state? Oggi mi sono svegliata col desiderio di semplificarmi  la vita, di fare scelte facili che rendano la vita più fluida.

Anche lo stile e la moda è importante che si allineino a questo modo di vivere e, magicamente, tutto sarà migliore!

Ecco perché, come suggerimento fashion  di stamattina vi propongo un completo semplice, essenziale nella linea e anche nella stampa rigata, per vestire con eleganza e nonchalance qualsiasi momento della giornata e le occasioni più diverse. Bianco e nero per non sbagliare mai!

Su un classico pantalone Capri in tessuto di cotone ho abbinato una casacca in crêpe rigato con inserto in maglia e decorazione in pietre dure.

Ideale anche per le signore curvy perché non fascia troppo, la casacca è decisamente fluida e confortevole, ma ricca di dettagli che la tendono particolare ed elegante.

Con i tacchi alti e una pochette luccicante diventa subito importante, con i sandalini bassi o le ballerine è il classico outfit quotidiano per andare in ufficio e sentirsi sempre a posto.

venerdì

19

giugno 2015

0

COMMENTS

50enni alla riscossa, avrei qualcosa da aggiungere in proposito!

Written by , Posted in Carla Ferroni, Curiosità, Eventi, Novità, nuove, Primavera/Estate, Senza categoria, Stili di vita

Linda Evangelista

Leggo su un noto settimanale di moda che le top model degli anni Ottanta e Novanta, leggi fra le altre Naomi Campbell, Linda Evangelista, rispettivamente di 45 e 50 anni, “hanno dato una lezione di stile  alle loro giovani colleghe sul red carpet dei Fragrance Foundation Award”. Mi viene da dire però che sì, benché nessuno si sognerebbe di mettere in dubbio la bellezza di queste donne meravigliose che non a caso hanno inventato il termine top model, perché capaci di dare alla passerella un tono particolare, grazie alla bellezza, ma anche alla personalità e al carattere.

Nulla da dire, sono donne bellissime e un po’ speciali che hanno saputo lasciare un segno nell’universo della moda, lasciandoci in visione migliaia di servizi fotografici e indimenticabili sfilate.

Però… però… guardatele bene. Sono ancora meravigliosamente conservate, indossano la taglia 40 (!!!?) e va be’, si vede che mangiano la solita foglia di insalata e mezza oliva… però… non vi vengano a dire che sono naturali!!! Qui mi arrabbio e anche i giornali e la tv dovrebbero essere un po’ meno ipocriti, queste donne sono piene di botulino, silicone, liftate, riempite, gonfiate… e lasciatemi dire, non sempre, anche quando gli interventi sono tutto sommato ben riusciti, non si può dire che non si noti!

Linda Evangelista è comunque una bellissima donna, ma quelle guance non le aveva trent’anni fa e se conserva una taglia 40, con un vitino da vespa, spiegatemi come fa ad avere un viso così rimpolpato. Qualcuna dirà: ha fatto bene, può permettersi una buona estetista, un buon chirurgo, perché no? D’accordo, ognuno è giusto che faccia quello che vuole del suo corpo e del suo aspetto, ma amiche giornaliste, per favore, non ditemi che sono ragazze “ben conservate”, diciamo che sono bellissime donne ricostruite artificialmente! Giusto?

Per la cronaca… io sono sempre per un approccio naturale e detesto le facce di gomma, preferisco le donne vere ben conservate e anche con qualche difetto, trovo che anche per questo siamo più belle, ma questa è solo la mia opinione, buona giornata ragazze!

lunedì

15

giugno 2015

0

COMMENTS

Addio a una grandissima: l’indimenticabile Micol Fontana, una vita fra le star

Written by , Posted in Carla Ferroni, Curiosità, Eventi, Senza categoria, Stili di vita

Micol Fontana e Ava Garden

Micol Fontana e Ava Garden

Come non ricordarla con affetto e senso di riconoscenza? Un esempio inimitabile e un grande modello per tutti coloro che si cimentano nell’universo della moda.

Se ne è andata l’ultima delle celeberrime sorelle Fontana e con Micol, all’alba dei 102 anni, se ne va un pezzo grande della storia della moda italiana e internazionale. Molto più di una stilista, per usare un termine di oggi, molto più di una semplice sarta, come si chiamavano una volta le regine dell’ago e del filo, questa piccola grande signora era una grande creatrice di moda, ultima del trio conosciuto come Sorelle Fontana.

Nata nel 1913 in Emilia Romagna (sic!) a Traversetolo, in provincia di Parma, fin da bambina lavora nella sartoria della mamma insieme alle sorelle, Zoe, la più grande e Giovanna, la più piccola. Insieme lavorano intensamente con forbici e tessuti, mostrando  da subito un talento straordinario.

 Molto presto si rendono conto di essere troppo ambiziose per accontentarsi di rimanere a Traversetolo. Cominciano a sognare di far crescere la loro attività e si trasferiscono a Roma.

Le Sorelle Fontana nel loro atelier

Le Sorelle Fontana nel loro atelier

Così le sorelle approdano nella Capitale, dove, tra le mura di un appartamento in affitto cuciono fino a notte fonda abiti semplici per una clientela di conoscenti. Di lì a poco si fanno notare per la loro bravura, cominciando a realizzare capi sempre più elaborati, qualche volta azzardati, innovativi, utilizzando stoffe sempre più preziose, destinate  all’alta borghesia romana. Sul finire degli anni Quarante le Sorelle Fontana fondano il loro atelier.

Da lì passa il jet set romano e non solo, tanto che Micol, Zoe e Giovanna  all’inizio degli anni Cinquanta vengono scelte da Linda Christian per confezionare l’abito del suo matrimonio con Tyrone Power.

È l’inizio del loro successo ad  Hollywood e nel bel mondo delle star internazionali. Fra le clienti prestigiose delle Sorelle Fontana Liz Taylor, Audrey Hepburn, Grace Kelly, Jacqueline Kennedy, Joan Collins, Soraya.

La Sorelle disegneranno anche gli abiti di Anita Ekberg per La dolce vita e conquisteranno l’alta moda parigina.

Micol Fontana,  soprannominata la sarta viaggiatrice per la naturale predisposizione a far conoscere nel mondo la sua griffe, ha dato origine alla Fondazione Micol Fontana, un immenso archivio di tutte le creazioni realizzate insieme alle sorelle.