CARLA FERRONI

La moda disegnata per le donne, tutte le donne!

CHIEDI A CARLA Archive

lunedì

13

Ago 2018

0

COMMENTS

Gonna lunga e…

Written by , Posted in Autunno/Inverno, Carla Ferroni, CHIEDI A CARLA, Curiosità, Idee di moda, Novità, nuove, saldi, Senza categoria, Spazio giovani, Stili di vita

Repertorio gonne lunghe in tartan 1971

Immagine tratta da una rivista del 1971. Le gonne lunghe in tartan, damascato e lana erano molto di moda, indossate con la camicia, il pull con maniche a pipistrello oppure un top

Chi vuole approfittare degli ultimissimi saldi è ancora in tempo, ma intanto, fra un’occasione e l’altra, fra una sdraio e una passeggiata in montagna o al lago, si comincia a pensare alle novità della prossima stagione. Le vetrine cominciano ad azzardare le prime proposte in anteprima, i primi scozzesi che tanto andranno fra un paio di mesi, l’onnipresente e sempre sexy maculato, l’eterno rosso fuoco, simbolo di passione e giovinezza senza tempo.

Qualcuna di voi mi chiede se la gonna lunga, tanto presente nel guardaroba dell’autunno-inverno 2018-2019, in forma midi, a ruota, ma anche maxi, in vigogna o a quadri, da vera collegiale, è adatta a tutte e soprattutto come si indossa, con cosa di porta. Et voilà ecco qualche consiglio pret-à-porter!

Da ricordare che se siete curvy, con un bel seno prosperoso e i fianchi larghi, ma la vita stretta, la gonna lunga sarà perfetta! Metterà in evidenza le vostre bellissime curve!

Be’, un po’ dipende dal fisico, certo è che la gonna lunga va quasi sempre bene con una camicia, con un mini pull, un dolcevita sottile, sempre portato dentro, piuttosto aderente. Se siete abbastanza alte e longilinee potrete permettervi persino la felpa forse non oversize, ma un po’ comoda sì!

Ragazze anche non più giovanissime, osate con scarpe da ginnastica basse se volete essere più sportive, o, quando sarà più fresco, con paio di stivali: sarete meravigliose!

venerdì

3

Ago 2018

0

COMMENTS

Eterno tubino nero

Written by , Posted in Carla Ferroni, CHIEDI A CARLA, Idee di moda, Novità, nuove, Primavera/Estate, saldi, Senza categoria, Stili di vita

Abito sottoveste Carla Ferroni PE 2018Ragazze, approfittate degli ultimissimi saldi, stanno per esaurirsi, ormai sia le pubblicità, sia le vetrine stanno promuovendo in anteprima le nuove collezioni autunnali. Sono i primi assaggi, siamo tutti in clima super estivo e anche se a volte, con questo caldo, viene voglia di rimpiangere il freddo… l’estate è ancora lunga!

Quale occasione migliore per spendere poco e aggiudicarsi un capo, un classico del guardaroba femminile che non passa mai di moda, un pilastro dell’eleganza di sempre da indossare dalla mattina alla sera?

L’abito sottoveste nero in pizzo con bordo smerlato è perfetto in città, di sera, a una cerimonia se indossato con una piccola giacca nera o bianca, una pashmina o uno spolverino.

Siete ancora indecise? Presto perché ormai per i saldi c’è l’ultima chiamata!  🙂

 

martedì

24

Lug 2018

0

COMMENTS

Guida ai saldi!

Written by , Posted in Carla Ferroni, CHIEDI A CARLA, Idee di moda, Novità, nuove, Primavera/Estate, saldi, Senza categoria, Spazio giovani, Stili di vita

Ragazze, non sono novità inedite quelle che sto per dirvi, ma visto che fra un po’ i saldi termineranno vale la pena ricordare alcuni consigli sempre validi come “guida agli acquisti”.

Approfittare dei prezzi ribassati è un’ottima occasione per togliersi qualche sfizio, qualche capriccio che nei mesi scorsi avevamo saggiamente tralasciato per non alleggerire troppo il portafoglio… ma adesso sarebbe veramente un peccato lasciarsi scappare l’ultima chance.

Per questo mi fa piacere invitarvi ad aprire l’armadio, considerare cosa potrebbe servire a settembre e ai primi di ottobre, magari dando già un’occhiata alle novità della nuova stagione e mettere da parte, spendendo pochissimo, qualche capo da sfruttare più avanti.

Pantaloni neritubini, bluse fantasia, piumini leggeri, trench & maxi shopping. Ma anche denim, camicia bianca e… qualcosa di immancabile rosso, dal mini abito alla bag, al pull da mezza stagione!

lunedì

9

Apr 2018

3

COMMENTS

Tempo di cerimonie

Written by , Posted in Carla Ferroni, CHIEDI A CARLA, Curiosità, Idee di moda, Novità, nuove, Primavera/Estate, Senza categoria, Stili di vita, Storie di moda

Completo panta e giacca a righe Carla Ferroni Ai 2018

La stagione è quella giusta, se solo il tempo si stabilizzasse… ma le date sono comunque fissate e quindi non resta che pensare alle mise che ci accompagneranno nelle giornate di festa.

Mi scrive proprio oggi (avevo già pensato a un post sugli abiti eleganti e da cerimonia) Italia, che nome importante!

Buonasera, cosa mi consiglia per il matrimonio di mia figlia? Vorrei indossare un completo pantalone, il matrimonio sarà il 27 agosto, in chiesa, alle 17″.

E allora eccomi pronta a dare qualche suggerimento! Carissima Italia, il fatto che la cerimonia sia al pomeriggio e sul finire dell’estate che si presume sarà ancora calda, ti dà modo di sbizzarrirti anche con le fantasie, purché dosate e ben armonizzate.

Ho scelto la casacca fluida in crêpe dalla linea asimmetrica con stampa a righe fantasy perfetta sui pantaloni in cady dalla linea ampia e fluida, quel tocco raffinato che ti renderà speciale. Romantico e originale il bauletto a due manici con ricami a fiorellini. A “muovere” tutto l’insieme le righe che si alternano disegnando inedite geometrie, ma senza sovrapporsi o risultare “esagerate”.

Ecco, cara Italia, una soluzione moderna, molto alla moda, ma eternamente classica, che ne dici? Potrebbe fare al caso tuo? 😉

 

lunedì

22

Gen 2018

0

COMMENTS

Capi impeccabili, sempre

Written by , Posted in Carla Ferroni, CHIEDI A CARLA, Curiosità, Novità, Senza categoria, Spazio giovani, Stili di vita, Storie di moda

Cardigan e jeans Carla Ferroni Ai 2018

Tante volte mi scrivete chiedendomi consigli di moda e stile, ma anche indicazioni pratiche per la cura dei capi e allora oggi ho pensato di elencare una mini guida sempre valida. Se sapete già tutto, be’… portate pazienza.

Per quanto ovvio, non dimenticare come prima regola, di separare sempre i capi bianchi e chiari dai capi scuri o colorati. I foglietti mangiacolore sono molto utili per evitare danni irreparabili, ma consiglio sempre di tenere ferma e ferrea questa abitudine, foglietti o no.
I tessuti naturali come lana, lino e seta se lavati a temperature troppo elevate e centrifugati si restringono e si deformano, quindi attenzione!

Fibre artificiali e sintetiche vanno lavate in acqua tiepida e stirate a bassa temperatura, sempre meglio a rovescio, come le camicie! Persino i jeans che non hanno certo la fama di tessuto delicato, è meglio lavarli da rovescio e non oltre i 40°C. In generale, le alte temperature usurano le fibre, quindi…

Per una migliore riuscita del lavaggio in lavatrice è consigliabile un carico non eccessivo: più acqua circola e meglio è!
I detergenti neutri privi di sbiancanti sono quelli più “sani” e con meno rischi per la pelle. Un po’ di bicarbonato aggiunto al detersivo è efficace e molto più sano. Meglio non esagerare con le quantità di detersivo, né con l’ammorbidente perché non fa bene alla lavatrice, ma soprattutto è dannoso per la pelle.

Le asciugatrici, tanto amate da chi va di fretta, tendono a opacizzazione i tessuti e possono rovinare i capi, io non le amo tanto…

Chi stende all’aperto eviti l’esposizione alla luce diretta del sole perché scolorisce i capi. Lana e seta poi non devono proprio vederlo il sole!!!
Quanto al ferro da stiro meglio utilizzarlo sui capi un po’ umidi, a rovescio soprattutto su nero, grigio e blu.  Utili le retine per proteggere le superfici! Buon lavoro!

giovedì

28

Set 2017

0

COMMENTS

I fiori e le curvy

Written by , Posted in ADV, Autunno/Inverno, Carla Ferroni, CHIEDI A CARLA, Curiosità, Idee di moda, Novità, Primavera/Estate, Senza categoria, Stili di vita

Carla Ferroni completo a fiori Autunno-inverno 2017-2018

Ciao a tutte, qualcuna di voi, chiedendomi qualche consiglio di stile, vorrebbe sapere se i fiori, tanto di moda anche in questo autunno-inverno, sono adatti alle donne curvy.

La mia risposta è certamente… sì! Come si evince anche dalle numerose proposte floreali in collezione. Benché non vesta specificamente le donne curvy, da sempre ho un’attenzione particolare alle signore dolcemente formose e meravigliosamente “imperfette”… e proprio per questo indugio spesso su fantasie, motivi floreali, stampe zoo che si dimostrano adatti a tutte, am proprio tutte le silhouette.

Il problema non è mai nel disegno, quanto piuttosto nella vestibilità che dev’essere impeccabile e nella scelta delle proporzioni: lunghezza, ampiezza, rapporto sopra e sotto ecc. Messi a punto questi aspetti tutto il resto filerà via liscio come l’olio, fiori compresi! 😉

venerdì

25

Ago 2017

0

COMMENTS

Cropped pants

Written by , Posted in Autunno/Inverno, Carla Ferroni, CHIEDI A CARLA, Curiosità, Idee di moda, Novità, nuove, Primavera/Estate, Senza categoria, Spazio giovani

Gonna pantaloni Carla Ferroni Ai 2017-2018

Non è la prima volta che mi chiedete cosa siano e come si portano i cropped pants, meglio conosciuti come pantaloni alla caviglia, che alla francese diventano culottes.  Anche la prossima stagione li vede in prima linea nonostante non siano sempre facilissimi da indossare, perché la lunghezza a metà polpaccio potrebbe ingoffare la silhouette, appesantendo la linea della gamba, soprattutto se non proprio sfilata.
Però ci sono alcuni modi che possono aiutare ad indossarli al meglio, vediamo come! Per esempio con una scarpa femminile, tipo pump con cinturino alla caviglia, così come proposta in foto, per una versione chic e raffinata.

Oppure, se è ancora caldo, un sandalo o una ciabattina possono contribuire a regalare un tocco glamour  al pantalone scampanato. Quanto al “sopra” dalla T-shirt informale alla blusa fluida, morbida, tinta unita o stampata, alla giacca soft, la scelta è ampia .

Quando non è richiesta la formalità a me piacciono anche le scarpe da tennis, perché no? garantiscono sempre un stile sportivo e giovane. Tutto chiaro? 😉

mercoledì

7

Giu 2017

0

COMMENTS

Gonna lunga a fiori e…

Written by , Posted in Carla Ferroni, CHIEDI A CARLA, Curiosità, Idee di moda, Novità, nuove, Primavera/Estate, Senza categoria, Stili di vita, Storie di moda

Gonne a fiori lunghe vintage anni Settanta

Gentile signora Carla,

lei è la mia stilista preferita, acquisto da anni solo abbigliamento col suo marchio….Pantaloni, gonne, abiti , magliette estive , golf e pullover… piumini… Tutto insomma. Avrei un consiglio da chiederle , indosso la sua xxl…Essendo abbondante …Una 52/54 insomma…Oggi mi sono innamorata di una sua gonna estiva lunga nera con balze a fiori…L’ho voluta fortemente, ma… le chiedo se con la mia figura e la mia altezza piccola di 1,60 non sarò ridicola? E con cosa la indosserò ? Maglia corta aderente o lunga? La ringrazio tanto per la risposta che gentilmente vorrà concedermi.   Patrizia

 

Carissima Patrizia,

che bella lettera e che magnifico messaggio! Grazie, sono io che ringrazio e volentieri rispondo! A me personalmente le gonne lunghe piacciono molto e anche se, tradizionalmente, vestono bene soprattutto le persone alte, ciò non toglie che vengano indossate con stile e grazia anche da una splendida signora di media statura! Come sempre l’importante sono le proporzioni, oltre al fatto che indossare qualcosa che ci piace ci rende già più belle, vero? 😉

Sulla gonna lunga assolutamente d’obbligo una T-shirt, una maglietta, una camicia o un pull di dimensioni ridotte, altrimenti il rischio è che, puntando tutto sull’over si assomigli a qualcosa di informe. Al contrario se, come presuppongo, lei ha un bel décolleté, sarà opportuno, pur senza esagerare, mostrarlo! puntando però decisamente su misure equilibrate, con un “sopra” che sia in vita e non oltre, al massimo appena sotto la vita. Insomma la maglia sopra né troppo lunga, né troppo corta, ma fra le due… più sulla seconda… E adesso, vogliamo la foto!!!! Un bacio Patrizia e grazie ancora! 🙂

p.s. Da notare qualche esempio di camicia annodata esattamente come si portava e tuttora di si indossa sulla gonna maxi a fiori!

giovedì

18

Mag 2017

0

COMMENTS

Pizzo e plumetis

Written by , Posted in Carla Ferroni, CHIEDI A CARLA, Curiosità, Eventi, Idee di moda, Novità, nuove, Primavera/Estate, Senza categoria, Stili di vita, Storie di moda

Abito cerimonia carré plumetis Carla Ferroni PE 2017

Buon giorno Carla,

sono anni che mi vesto con i suoi capi e anche in occasione del matrimonio di mio nipote, il 2 settembre,  ho acquistato un suo abito, per la precisione l’abito da cerimonia tinta unita con carré e maniche in pizzo plumetis, sul sito è segnalato col numero di articolo 14280.

Vorrei un suo consiglio, mi piacerebbe  mettere sulle spalle qualcosa ma non so che cosa. Mi può aiutare?

Grazie mille.

Maria

Carissima Maria,

io penso tu abbia almeno tre possibilità, tutte però da provare “sul campo” per scegliere la preferita! Dalla pashmina bianca o rosa pallido da indossare sulle spalle, da avvolgere in modo molto morbido, al mini bolero tipo la foto allegata, sempre in un tono che “stacchi” per evitare il total dark che a un matrimonio non è preferibile, per arrivare allo spolverino leggero, in tessuto fluido, della stessa lunghezza del vestito.

Personalmente preferisco senza dubbio la pashmina o una cappa o scialle leggero, perché è la soluzione che più di tutte lascia libera la parte più originale e chic del vestito, il carré con le maniche.

Quanto al colore, come detto, mi piace di più l’idea di staccare con una tonalità a contrasto oppure si può optare per una stola molto leggera e trasparente. Se proprio facesse freddo, ma non credo proprio il 2 settembre, anche un golfino prezioso con qualche ricamo potrebbe essere perfetto. Che ne dice? 😉

Abito con bolerino Carla Ferroni PE 2017

mercoledì

8

Mar 2017

0

COMMENTS

Storia della mimosa

Written by , Posted in ADV, Autunno/Inverno, Carla Ferroni, CHIEDI A CARLA, Curiosità, Eventi, Idee di moda, Novità, nuove, Primavera/Estate, Senza categoria, sociale, Spazio giovani, Stili di vita

Festa della donna

Nell’augurare ancora a tutte voi buona festa della donna e che sia, possibilmente, sempre festa… approfitto dell’occasione per ricordare, caso mai non l’aveste mai sentito dire o letto da qualche parte, qual è il motivo per cui questa pianta dai pallini gialli è diventata “il fioresimbolo dell’8 marzo?
Molte di voi conosceranno sicuramente la triste storia per cui si fu stabilito che l’8 marzo diventasse la Festa della donna. Nel 1908, l’8 marzo appunto, 129 operaie di un’industria di New York rimasero vittime di un terribile incendio in cui persero la vita. Tutto questo mentre protestavano per le condizioni di lavoro indegne a cui erano costrette.

Le donne protestano all'inizio del'900

Da allora, l’8 marzo è diventata la giornata ufficiale dedicata alle donne. Questo non spiegherebbe però il ruolo della mimosa
Perché, tra tanti fiori, proprio lei? Fiore per eccellenza della donna e dell’8 marzo? Secondo alcuni, perché nei pressi della fabbrica andata in fumo, nel 1908, cresceva un albero di mimosa che da allora sarebbe diventato simbolico. Tuttavia l’ipotesi più accreditata avrebbe un significato storico e sarebbero state proprio le donne italiane a decretare la mimosa “pianta delle donne”.

Nel 1946, l’U.D.I. l’Unione Donne Italiane, cercava un fiore per celebrare la prima Festa della donna del dopoguerra. La scelta cadde proprio sulla mimosa perché una delle poche piante in fiore già all’inizio di marzo. Quindi… W il giallo, ancora una volta, W la mimosa e soprattutto… W le donne!

suffragettes_new_york_times_1921_edited