CARLA FERRONI

giovedì

21

marzo 2013

0

COMMENTS

Tacchi alti, anzi altissimi! E anche supercolorati! È la moda di primavera, saliamoci su!

Written by , Posted in Carla Ferroni, CHIEDI A CARLA, Curiosità, Novità, Primavera/Estate, Stili di vita

high-heels

 

Primo piano sulle scarpe di primavera, assolute protagonista del guardaroba femminile. Non dovrei dirlo, visto che disegno abiti, ma davvero décolleté e sandali quest’anno hanno tutta l’intenzione di rubare la scena al resto dell’abbigliamento, perché hanno l’obiettivo, costi quel che costi,  di sovrastare il resto. Come? Con colori shock, rosso, giallo, turchese, verde bandiera e patchwork che abbinano le cromie più diverse, ma soprattutto con tacchi vertiginosi, che la moda raccomanda di indossare in tutte le situazioni, dunque anche in ufficio, per andare a fare la spesa, per accompagnare i figli a scuola!!! Non esageriamo, un po’ di comodità bisogna salvaguardarla, non rischiamo inutili slogature… però il tacco alto, anzi altissimoè stato sdoganato e non si lega più, esteticamente parlando, a situazioni necessariamente eleganti o sexy. Tacco è bello sembra il motto del 2013 e comunque vada, ci piaccia o no, bisognerà salirci a bordo, senza tanta paura, per il solo fatto che ci slancia la caviglia, ci fa sentire più belle, più alte, più femminili. Se non siamo proprio abilissime a camminare sui trampoli, dovremo adattarci: impareremo! Ci alleneremo in casa, davanti allo specchio… a onor del vero, nonostante i centimetri, i modelli di oggi, fra cinturini, zeppe e accorgimenti vari, riescono ad essere sufficientemente comodi, tranquille… Un po’ si scherza, un po’ no, lasciamo i trampoli alle più giovanissime e se siamo nella categoria “anta” proviamo a osare un po’ senza esagerare. È vero quest’anno i tacchi sono piuttosto alti, ma gli stilisti ce li hanno proposti in tante versioni, non solo a spillo, sufficientemente robusti per accompagnarci in una camminata decente. Impareremo a passeggiare a mezz’aria!!! Non saranno certo 10, 12 centimetri a fermarci!


mercoledì

13

marzo 2013

0

COMMENTS

Ciao Carla, in maggio farò un viaggio in crociera, ho visto il tuo caftano, che ne dici se…

Written by , Posted in CHIEDI A CARLA, Curiosità, Novità, nuove, Primavera/Estate, Stili di vita


Carla-Ferroni-adv-pe-2013

Ciao Carla, sono Anita e ho 49 anni. Per festeggiare i 25 anni di matrimonio, io e mio marito ci siamo fatti un regalo. A maggio faremo un viaggio in crociera e come puoi immaginare sono molto contenta. Non vedo l’ora di partire. Premetto che sono una tua fan e visto che sono “rotondetta” e mi piace godermi la vita, sono sempre a caccia di modelli che non stringano troppo e mi facciano sentire bella e in forma.

Con i tuoi capi vesto senza problema, anche con i pantaloni. Vengo al punto: ti seguo sempre e ho visto che nella campagna pubblicitaria di questa primavera – estate pubblicizzi un bellissimo caftano colorato.

A me è sembrato perfetto per il mio guardaroba da crociera, a dire il vero tutto quello che ho visto finora sul sito mi sembra ideale e se fosse per me comprerei tutto… le polo a righe, le bluse colorate, le tute, bravissima Carla, ti faccio i miei complimenti. Vorrei sapere se sei d’accordo con me e cosa mi consigli di abbinare al caftano (ho una 52…), pensi che sarò abbastanza elegante però comoda e giovane? Lo troverò anche a Varese dove abito? Dimmi di sìììììì

Congratulazioni Anita per il tuo traguardo e grazie mille per i complimenti! Sono felice che la nuova collezione ti piaccia, è sempre un bell’incoraggiamento a proseguire con entusiasmo. Ma certo che il caftano ti starà benissimo, puoi indossarlo con un paio di pantaloni bianchi, come nella foto. Non è lunghissimo, forse più che un caftano è una blusa un po’ lunga, ti piacerà molto indossarlo, sono sicura! Sarai perfettamente in armonia col clima di serenità e allegria che troverai sulla nave e tranquilla, a Varese lo troverai di sicuro. Allora buon acquisto e soprattutto buona vacanza, mandami una cartolina!

martedì

5

marzo 2013

0

COMMENTS

Verso la primavera, inseguendo il fascino del colore e… dei giochi di coppia

Written by , Posted in Carla Ferroni, Curiosità, Novità, Primavera/Estate, Stili di vita

Ormai manca poco, a dispetto di qualche nebbia e delle temperature ancora rigide, la primavera sta cominciando a bussare alle porte, con giornate più lunghe, timidi soli che scaldano l’aria e il cuore, voglia di stare fuori a godersi la stagione. La primavera bussa anche al nostro armadio, chiedendo come sempre di accoglierla con fantasia, energia e colore.

Mettiamo da parte la monotonia, accantoniamo per un attimo il rigore e affidiamoci con gioia a quello che ci riserva il futuro. Parlando di moda, la verità è che la tendenza insegue un bisogno vitaminico di entusiasmo e vitalità. Questo naturalmente non esclude i classici, come gli intramontabili delicati pastelli, dove il rosa cipria tendente al beige, continua ad essere assoluto protagonista, ma si lascia sedurre da accostamenti shock, ricordo degli anni Ottanta, il verde bandiera che si sposa all’arancione, il fucsia abbinato al turchese, il verde smeraldo insieme al giallo uovo.

E vero, certe cromie possono risultare azzardate nella fascia “anta” soprattutto se accoppiate una all’altra… ma ciò non toglie che le composizioni ad “alta energia” se ben dosate, siano un ottimo amplificatore di ottimismo! D’altro canto il tema etnico è sempre in primo piano e vive proprio di questi giochi di colore e fantasia.

Sono favorevole insomma… poi quando invece si preferisce il casual e una sobrietà fatta di comfort, c’è il sempre il rassicurante tema coloniale, dove i beige, il tabacco uniti al bianco o anche al giallo, non sbagliano mai. Righe e pois, soprattutto proposte in bianco e nero e beige e nero sono in grande spolvero, anche suggerite insieme, per stimolare la vista con una grafica originale e grintosa.

L’esercizio di stile della nuova stagione è proprio nel sapiente gioco delle coppie, sempre studiato e meditato, sul filo della provocazione. Esercitiamoci!

giovedì

28

febbraio 2013

0

COMMENTS

Ho i capelli ramati e una chioma fluente, posso vestirmi anch’io di rosso?

Written by , Posted in Carla Ferroni, CHIEDI A CARLA, Curiosità, Novità, nuove, Primavera/Estate

Emma Stone Oscar 2012

Ciao Carla, ho 52 anni e sono una tua affezionata cliente. Mi trovo bene con le tue silhouette che si adattano perfettamente alle mie dolci rotondità. Mi trovo a mio agio nelle mie forme morbide che porto da sempre con sicurezza e anche un certo orgoglio. Ho imparato semplicemente a scegliere i capi che mi stanno meglio indosso ed esaltano quelle che considero le mie qualità fisiche! Insomma sto bene con me stessa.

Ti dirò di più, amo le fantasie e i colori accesi. Ma quando sono tentata di acquistare una camicia, una blusa o un vestito, spesso mi blocco di fronte all’evidenza che la mia chioma rosso fuoco, che di per sé non mi dispiace, ma rischia di cozzare con l’insieme.

Ho spesso timore di sembrare troppo colorata, esagerata. Soprattutto vorrei sapere se con i capelli sul rosso, faccio bene a vestirmi di rosso??? Cosa mi consigli? Mi devo fermare prima o posso osare? Ho i capelli abbastanza lunghi che mi scendono sulle spalle, leggermente ondulati, dato che non sono più una ragazzina, devo ridimensionarmi? Grazie per la risposta! Ti abbraccio, Antonella

Carissima Antonella, ti ringrazio per i complimenti che mi dimostri, sono sempre felice di sapere direttamente dalle mie clienti che apprezzano le mie proposte e si vestono con gli abiti che realizzo. Ma veniamo alla tua richiesta. Sul fatto di indossare abiti colorati e fantasie, stampe o altro, mi trovo assolutamente d’accordo.

Se riesci ad abbinare a una blusa colorata un paio di pantaloni o una gonna dall’accento sobrio, una tinta unita, una tonalità in cadenza, non sbagli mai. Altro argomento importante è quello che riguarda la scelta degli accessori. Se scegli una mise supercolorata o addirittura una stampa animalier, un maculato e lo porti con stivali al ginocchio a tacco alto o zeppe tacco 12 cm, be’ certo il rischio è di sembrare una “panterona” che con l’aggiunta di una lunga chioma rossa, rischia davvero di farti sembrare fuori luogo persino in un locale da ballo!

È solo una questione di mix. In generale se accentui una parte del tuo look, cerca di compensare il resto con capi soft. Quanto al rosso dei capelli abbinato al rosso o all’arancione degli abiti, stai serena, vanno benissimo insieme, tieni solo conto di cosa indossi dove…

Essere appariscenti può dare qualche soddisfazione se si è a una serata con gli amici, o in un locale notturno, a  una serata di gala, a una premiazione degli Oscar! Per non rischiare, puoi sempre affidarsi a colori neutri o addirittura ai non-colori, come il bianco e il nero che in contrasto a una bella cascata di capelli rossi, sono decisamente molto raffinati.

Voglio dire che è che non c’è una regola fissa, ma tante situazioni in cui ti aiuteranno lo specchio e il buon gusto a scegliere, senza pregiudizi!

lunedì

25

febbraio 2013

0

COMMENTS

Se lo fanno le star, perché non noi, “donne meravigliose”? Il ritorno della veletta!

Written by , Posted in Carla Ferroni, Curiosità, Novità, nuove, Primavera/Estate, Senza categoria, Stili di vita


Buongiorno a tutte e buona settimana! Stamattina mi sono svegliata con la voglia di stupire e di essere un po’ protagonista, senza strafare, ma chissà… sarà la voglia del ritorno della primavera (francamente di questa neve non se ne può più!) sento il bisogno di aggiungere qualcosa, per esempio al look. E allora, qualche giorno fa leggevo di questa nuova innocente mania, tutta da star, modelle e attrici di indossare la veletta

Retaggio retrò di un’eleganza che non c’è più e che soprattutto le persone comuni come noi, non hanno occasione di sfoggiare, visto che parties e cene mondane non sono proprio all’ordine del giorno. Allora mi sono detta: perché no? In fondo si tratta di un accessorio discreto, quasi invisibile, che basta appuntare sui capelli et voilà, in un frammento di secondo cambia la percezione che gli altri hanno di noi! Perché non giocare un po’ con la moda?

Paradossalmente si può indossare anche sui jeans, purché abbinati a una giacchina corta, magari bouclé come vuole la moda più raffinata. Ancora meglio se con un paio di tacchi un po’ alti, senza esagerazioni, ma con quel tocco in più che dà un colore nuovo a tutta la giornata. E ancora di più, perché non rivalutarla per le occasioni importanti che spesso in primavera ci attendono: matrimoni, comunioni e ricorrenze?

L’importante è abbinare la veletta a un insieme tutto sommato sobrio che non ci trascini in un’allure agée, superata. Indossatela con divertimento e un briciolo di provocazione, sarà divertente! Se date un’occhiata alle sfilate di Parigi dell’alta moda vedrete quante Madame e Mademoiselle l’hanno scelta per sé, ispiratevi senza timore…

mercoledì

13

febbraio 2013

0

COMMENTS

San Valentino… che ne dite di sorprenderlo con una mousse al cioccolato al… peperoncino?

Written by , Posted in Carla Ferroni, Curiosità, Novità, Senza categoria, Spazio giovani, Stili di vita

Ho letto da qualche parte che la mousse al cioccolato ha origini antichissime e risalirebbe addirittura all’epoca Maya… fatto sta che io ne vado ghiotta e ogni tanto la preparo e me la gusto insieme alla famiglia e agli amici. Visto che siamo ormai a San Valentino, ho pensato a una personalizzazione ad hoc, a dire il vero già sperimentata con successo e vi suggerisco caldamente: la mousse aromatizzata al peperoncino! Volete la ricetta? Eccola! Occorrono 100 gr. di cioccolato fondente, 1 noce di burro, 2 uova freschissine, una punta di peperoncino piccante in polvere, 1 cucchiaio di zucchero a velo e 40, 50 ml di caffè ristretto. Per guarnire invece serve un po’ di panna liquida fresca da montare, un altro po’ di zucchero a velo e un altro pizzico di peperoncino. A questo punto procedete facendo sciogliere a bagnomaria il cioccolato spezzettato, unite il caffè liquido e mescolate con cura gli ingredienti evitando la formazione di grumi. Quando tutto sarà liscio e cremoso, togliete il pentolino dal fuoco, unite la noce di burro e mescolate ancora. Unite i tuorli d’uovo dopo averli separati dagli albumi che terrete da parte, unite il peperoncino e amalgamate bene il tutto. Mentre lasciate raffreddare la crema montate a neve ben ferma gli albumi aggiungendo gradualmente lo zucchero a velo. Incorporateli delicatamente al tutto e versate nelle coppette, quando saranno ben fredde ponetele in frigorifero per almeno 4 ore (io di solito le preparo la sera prima così restano in frigo una notte…). Al momento di servire il dolce potete decorare con la panna montata leggermente zuccherata con lo zucchero a velo e solo in cima spolverizzate con un pizzico di peperoncino in polvere. Il successo è garantito! Buon San Valentino a tutte, vi auguro di riuscire a passarlo con chi amate!

lunedì

11

febbraio 2013

0

COMMENTS

C’è la Comunione di mia nipote, ma sono stanca di nero e blu, mi consigli un’alternativa?

Written by , Posted in Carla Ferroni, CHIEDI A CARLA, Curiosità, Novità, nuove, Primavera/Estate, Stili di vita

Ciao Carla, ti disturbo perché ho un ho un problema da risolvere. A maggio la mia nipotinafa la Prima Comunione. Vorrei qualcosa di elegante e di pratico da sfruttare anche dopo la cerimonia. Ho tutto nero e blu, sono un po’ stufa, specie del nero e bianco ; dimmi tu cosa posso scegliere per l’occasione, ho una taglia grande, per favore dammi un consiglio!!! E dove posso acquistare, dato che sono a Palermo? Grazie e buon lavoro, Maria

Carissima Maria che mi segui sempre, grazie per avermi chiesto consiglio, mi onora! La tua richiesta fra l’altro cade ” a puntino” nel senso che se vai a dare un’occhiata al sito, proprio adesso sìììì, troverai qualche anteprima della nuova stagione primavera-estate 2013! È solo un assaggio, l’inizio di quella che si annuncia come una pagina colorata, intensa e allegra delle proposte moda 2013! È vero troverai ancora tanto bianco e nero, un classico dell’eleganza di primavera, tanto blu per il tema marina, immancabile alla fine dell’inverno… ma come mi hai detto ti sei un po’ stancata di questi colori. Però hai dalla tua che la Comunione dell’adorata nipotina sarà in maggio, a Palermo poi, quindi sicuramente già col sole e il caldo! Allora ti consiglio di affidarti alle fantasie e all’eleganza delle fantasie di casacche e bluse ideali per le taglie un po’ comode (camuffano i punti deboli e slanciano la figura) e, dal tuo punto di vista, hanno il vantaggio di essere allegre e vivaci, tutt’altro che monotone. Sono in seta e oltre ai maxi pois, molto moderni quest’anno, propongono disegni cashmere, ghirigori quasi barocchi, abbinamenti insoliti di righe, fiori e motivi che sembrano ricami. Che ne dici di un bel rosa pallido o un beige naturale abbinati al nero? Sono accoppiate vincenti, moderne e al tempo stesso chic, che puoi abbinare a un paio di pantaloni dritti. Che ne dici? Poi certo, se hai un po’ di pazienza, sul sito a breve pubblicheremo tante novità e fra pochissimo le troverai tutte nei negozi. A proposito, i rivenditori e i punti vendita Carla Ferroni a Palermo li trovi pubblicati sul sito www.carlaferroni.it, al link rivenditori. Tutto chiaro? Allora buona scelta e auguri alla nipotina! Ti abbraccio Maria.

mercoledì

6

febbraio 2013

0

COMMENTS

La tendenza parla chiaro: il 2013 si tinge di verde!

Written by , Posted in Carla Ferroni, Curiosità, Novità, nuove, Primavera/Estate, Stili di vita

Consultando varie riviste di moda e tendenze che insieme ai vostri consigli e alle suggestioni da cui mi faccio ispirare quando giro il mondo, per lavoro e qualche volta per piacere, sono incappata diverse volte in questa perentoria affermazione: la tendenza del 2013 è in assoluto  il verde. La mia esperienza mi insegna che ormai c’è di tutto in giro, che ognuno può e deve vestirsi come vuole. Insomma non ci sono più i diktat di una volta, quindi di solito tendo a diffidare di queste regole ferree, però… però devo anche aggiungere che questa idea del verde speranza nel design, negli abiti, sulle pareti, sul balconi, mi attira e mi piace sinceramente. Ne abbiamo bisogno! A decretare ufficialmente questo bisogno è nientemeno che il Pantone Color Institute del New Jersey, nato come una stamperia negli anni Cinquanta e diventato nel tempo sempre più un’autorità mondiale nell’abbinamento dei colori. Ma poi, perché non fidarsi di un colore ottimista che ci aiuta a riscoprire un po’ di energia? È il colore simbolo della natura, il più diffuso, quello che «l’occhio umano vede più spesso nel corso di una giornata, simbolo di prosperità, rinnovamento e crescita»! Fidiamoci del verde e affidiamoci a questa bella tonalità, soprattutto al verde smeraldo, adatto soprattutto a questa fase conclusiva dell’inverno; verso la primavera il verde tenderà a schiarirsi, fino a diventare un rassicurante pastello. Ma la realtà è che ciascuno sceglierà il suo verde preferito, per la casa, per la moda e anche per il trucco. Il make up 2013, sembra sia molto in linea con queste indicazioni e riscoprirà, per ombretti, matite occhi e anche smalti (soprattutto per le più giovani), questo colore da un lato classico, ma per certe applicazioni (vedi le unghie…) decisamente pop un po’ insolito. Ah… dimenticavo, verde smeraldo… anche e soprattutto nei gioielli. Chi se lo può permettere lo indosserà, prezioso, luminoso e profondo, proprio sulle dita della mano e incastonato in qualche collier da sogno, ma tranquille, ci sono meravigliosi zirconi che brillano altrettanto allegramente! Poi ci sono i gioielli smaltati. Fateci caso, il verde invaderà il nostro look. Buon verde e a tutte!

venerdì

1

febbraio 2013

0

COMMENTS

Aiutami Carla, ho un appuntamento elegante, ma odio i tacchi, dunque?

Written by , Posted in Autunno/Inverno, CHIEDI A CARLA, Curiosità, Senza categoria, Stili di vita

Ciao Carla, sono stata invitata a una cena di lavoro importante, sono una giovane signora di 51 anni, non tanto alta, un po’ rotondetta, ma nel complesso proporzionata. Ho già scelto il look della serata, rigorosamente Carla Ferroni… con tanto di pantaloni e bolerino su camicia candida. Mi piace molto tutto l’insieme, ma mi resta il problema delle scarpe. In negozio mi è stato consigliato di indossare un paio di décolleté a tacco 12!!! che fra l’altro possiedo, ma sinceramente le ho provate e non riesco più a camminare comoda con tacchi così alti. Quando ero giovane mi riusciva meglio, ma adesso sinceramente, per quanto veda ogni giorno che le donne sono sempre impettite su tacchi vertiginosi, sento che non fa per me. Aiutami, voglio essere carina e completare il tutto con accessori adeguati, ma davvero non voglio rischiare di slogarmi una caviglia. Grazie Carla, aspetto con ansia, la cena è a metà febbraio… Giusi

Tranquilla Giusi, il problema è facilmente risolvibile, fra l’altro sei ancora in tempo per acquistare in saldo qualche bella scarpa o qualche stivaletto che fa al caso tuo senza spendere troppo. I tacchi a spillo effettivamente sono eleganti, ma bisogna essere un minimo abituate a indossarli per non rischiare … La soluzione c’è per slanciare la figura utilizzando i tacchi abbastanza alti, rimanendo sufficientemente comode e a proprio agio. Ti consiglio un “ankle boot”, capo culto delle calzature dell’inverno 2013, si tratta di quegli stivaletti che possono arrivare alla caviglia o poco più su con plateau sul davanti e tacco alto o anche con la zeppa. L’importante è che ti affidi al camoscio o a una pelle un po’ lucida (come quella degli stivaletti Lanvin della foto), nero se il tuo look è declinato sul quel colore. Scegli un’altezza non esagerata, in boutique c’è davvero di tutto, ma scegli lameno 8 cm di tacco, tanto il plateau anteriore ti consentirà di sentirti comoda come se fossi con un paio di ballerine. Sarai più alta, elegantissima , comoda e anche alla moda, fidati! A presto e divertiti alla tua cena!

lunedì

28

gennaio 2013

0

COMMENTS

Vi piace il vintage? Non perdete la mostra di Prato!

Written by , Posted in Carla Ferroni, Curiosità, Eventi, Novità, Senza categoria, Stili di vita

Se amate i mercatini dell’usato e avete una passione particolare per il vintage d’autore, c’è un appuntamento da non perdere! A Prato è iniziata in dicembre e sarà aperta fino alla fine di maggio una mostra molto interessante, interamente dedicata al mondo del vintage: dalle origini storiche dell’utilizzo dell’usato fino alla più recente evoluzione che lo ha trasformato in fenomeno di moda e di costume. È questo il tema della mostra “Vintage, l’irresistibile fascino del vissuto”, al Museo del Tessuto di Prato fino al 30 maggio 2013. In mostra si possono ammirare oltre 100 capi d’abbigliamento e tessuti provenienti dagli Archivi Osti e Angelo Vintage, il tempio del vintage in Italia, ma sono esposti anche pezzi di Gucci, Salvatore Ferragamo, Pucci , Max Mara, Dior, Cardin, Balenciaga, Chanel, Valentino, YSL, Thierry Mugler e Issey Miyake. E poi tanti jeans d’annata, uniformi personalizzate, divise che sono state il simbolo di diversi movimenti giovanili e ancora abiti folk e completi hippie, oltre a costumi antichi e manufatti tessili che raccontano della prassi di riadattare i capi. Una mostra ricca che descrive una pratica per vari motivi sempre molto in auge, tanto più oggi che la disponibilità economica tende a ridursi, ma la passione per le cose belle e ricercate soprattutto in chi ama la moda e lo stile, non può certo soccombere alle necessità econonomiche. E dunque: viva il vintage! Prato vi aspetta!