CARLA FERRONI

La moda disegnata per le donne, tutte le donne!

Eventi Archive

domenica

25

Giugno 2017

0

COMMENTS

Aspettando Vasco Rossi

Written by , Posted in Carla Ferroni, Curiosità, Eventi, Idee di moda, Novità, nuove, Primavera/Estate, Senza categoria, Spazio giovani, Storie di moda

Canottiera e jeans Carla Ferroni PE 2017

Qualcuna di voi sta arrivando a Modena per partecipare al concerto dell’anno? Se sì, avete già pensato al look da indossare considerata la massa di persone presenti, il caldo e tutto il resto? 😉

Trattandosi di un rocker come Vasco Rossi, per quanto nostrano, il denim dovrebbe essere quasi un obbligo, ma certo esistono tessuti più leggeri, anche se è previsto (speriamo, ndr) un sensibile abbassamento delle temperature per fine giugno…

Sicuramente top senza maniche, blu notte, un bel ricambio per rinfrescarsi e pantaloni elasticizzati, bianchi o jeans, per non sentirsi compressi anche se il caldo darà da fare.

Tanto si sa, l’importante è essere lì, saltare e cantare con gli altri, lasciarsi andare, emozionarsi e abbandonarsi ai ricordi di melodie che resteranno indelebili.
Chi di voi sta per partire? Fatemi sapere! 😉

Condividi:

lunedì

19

Giugno 2017

0

COMMENTS

Beachwear provocatorio

Written by , Posted in Carla Ferroni, Curiosità, Eventi, Idee di moda, Novità, nuove, Primavera/Estate, Senza categoria, Spazio giovani, Stili di vita, Storie di moda

COURTESY PHOTO BELOVED SHIRTS

Che ne dite, ragazze? Abbiamo visto anche questo! Dopo il costume da bagno “con i peli” ecco il costume stampato con la faccia scioccata dell’attuale Presidente degli Stati Uniti Donald Trump.

Non si può dire che sia bello, né sexy e nemmeno femminile, certo è che indossarlo significherà avere gli occhi addosso e far parlare di sé, quindi se siete amanti delle provocazioni, ecco quello che fa per voi!

Scollato, sgambato, quasi un’evocazione dei modelli anni ’80 e ’90, si gioca tutto sulla parte davanti, con il ritratto “shock” di D.T. Criticato, vituperato, discusso, certamente ha raggiunto subito l’obiettivo di far parlar di sé.

Quanti modelli siano stati acquistati finora, francamente non lo so, ma certo l’idea è curiosa e in un certo senso anche divertente.

I titolari del marchio difendono la loro scelta di “…vendere capi che sappiano scatenare una reazione” ed evidentemente non è tanto importante se la reazione sarà di apprezzamento  o una critica severa, l’importante “è che se ne parli”!

Una cosa è certa: inedita lo è, dopo di che ci sarà da chiedersi se è necessario comunque e sempre che la moda per essere originale non si ponga più alcun limite e per avere risonanza sia disposta a qualsiasi provocazione. Che ne pensate?

Se vi interessa approfondire ecco il link dove ho letto la notizia!

Condividi:

giovedì

18

Maggio 2017

0

COMMENTS

Pizzo e plumetis

Written by , Posted in Carla Ferroni, CHIEDI A CARLA, Curiosità, Eventi, Idee di moda, Novità, nuove, Primavera/Estate, Senza categoria, Stili di vita, Storie di moda

Abito cerimonia carré plumetis Carla Ferroni PE 2017

Buon giorno Carla,

sono anni che mi vesto con i suoi capi e anche in occasione del matrimonio di mio nipote, il 2 settembre,  ho acquistato un suo abito, per la precisione l’abito da cerimonia tinta unita con carré e maniche in pizzo plumetis, sul sito è segnalato col numero di articolo 14280.

Vorrei un suo consiglio, mi piacerebbe  mettere sulle spalle qualcosa ma non so che cosa. Mi può aiutare?

Grazie mille.

Maria

Carissima Maria,

io penso tu abbia almeno tre possibilità, tutte però da provare “sul campo” per scegliere la preferita! Dalla pashmina bianca o rosa pallido da indossare sulle spalle, da avvolgere in modo molto morbido, al mini bolero tipo la foto allegata, sempre in un tono che “stacchi” per evitare il total dark che a un matrimonio non è preferibile, per arrivare allo spolverino leggero, in tessuto fluido, della stessa lunghezza del vestito.

Personalmente preferisco senza dubbio la pashmina o una cappa o scialle leggero, perché è la soluzione che più di tutte lascia libera la parte più originale e chic del vestito, il carré con le maniche.

Quanto al colore, come detto, mi piace di più l’idea di staccare con una tonalità a contrasto oppure si può optare per una stola molto leggera e trasparente. Se proprio facesse freddo, ma non credo proprio il 2 settembre, anche un golfino prezioso con qualche ricamo potrebbe essere perfetto. Che ne dice? 😉

Abito con bolerino Carla Ferroni PE 2017

Condividi:

giovedì

20

Aprile 2017

0

COMMENTS

Carla con… Gioia!

Written by , Posted in ADV, Carla Ferroni, Curiosità, Eventi, Idee di moda, Novità, nuove, Primavera/Estate, Senza categoria, Spazio giovani, Stili di vita, Storie di moda

Carla Ferroni: Gioia 101 aprile 2017

Come avevo anticipato sono diversi i giornali stampati oppure online dove nel corso della stagione ritroverete, care amiche, il nome, il marchio, ma soprattutto i capi Carla Ferroni. Ve lo avevo detto! 😉

Ad esempio questa settimana su Gioia nr. 101 un servizio e una deliziosa interpretazione di uno dei colori più intensi e di tendenza di questa primavera-estate 2017: il rosso!

Tonalità perfetta per rallegrare l’umore, essere glamour con classe, vestire con personalità e carattere dall’alba al tramonto, non credete? Tanti abiti, una marea di T-shirt, pantaloni cinquetasche e Capri, ma anche giacche e capospalla.

Vi piace l’interpretazione che Gioia ha voluto dare della giacca in crêpe a due bottoni Carla Ferroni? Decisamente giovane e sbarazzina, anche un po’ folle se posso aggiungere…. maglia bianca sotto e leggings sportivi con tanto di logo e ai piedi? Tacchi alti e via!

Ragazze, lo sapete, la moda è anche provocazione, creatività e voglia di giocare con le forme e i colori. Comunque la vediate, questa è una giacca passe-partout, molto facile da indossare e molto versatile e poi il rosso è un colore magico!!!

Condividi:

venerdì

14

Aprile 2017

0

COMMENTS

Pace, pace, pace!

Written by , Posted in Carla Ferroni, Curiosità, Eventi, Novità, nuove, Primavera/Estate, Senza categoria, Stili di vita

Ulivo di pace

Ragazze, a leggere le notizie sui giornali si fa davvero fatica a restare in equilibrio… Sembra che troppo spesso la follia stia prendendo il sopravvento.

Proprio il contrario del senso di questi giorni di festa che dovrebbero parlare il linguaggio della pace e dell’armonia. Comunque la si pensi, cerchiamo di mantenere quel minimo di ottimismo che serve per andare avanti, affrontando ogni giorno il da farsi, possibilmente senza troppi patemi, provando comunque a immaginare un futuro migliore.

E anche se in questi giorni è difficile riuscire ad essere “leggeri” nell’animo proviamoci lo stesso. Chi può farlo provi a rilassarsi e a godere di qualche momento di tranquillità, ci ritroviamo qui fra pochissimo, speriamo più serene! Idealmente vi abbraccio tutte amiche mie! 😉

 

Condividi:

lunedì

3

Aprile 2017

0

COMMENTS

Un secolo di moda

Written by , Posted in Carla Ferroni, Curiosità, Eventi, Idee di moda, Novità, nuove, Primavera/Estate, Senza categoria, Spazio giovani, Stili di vita, Storie di moda

Gita in Veneto? Perché no? la regione è bellissima e le mete da visitare si sprecano. In più dall’8 aprile al 1°novembre negli spazi del Museo Nazionale di Villa Pisani a Stra, a 10′ minuti da Padova e 20′ da Venezia, si celebra l’evoluzione  nell’arco di un secolo, del modo di vestire degli italiani.

Una grande mostra con 300 fotografie originali per ripercorrere la storia dell’abbigliamento, il modo di vestire e di pettinarsi di pari passo con lo sviluppo civile e sociale d’Italia intera. Il titolo della mostra è  ‘Gli Italiani e la moda. 1860-1960′, organizzata e realizzata dalla Fondazione Munus Arts&Culture e patrocinata dal Comune di Stra. Il curatore,  Alberto Manodori Sagredo, oltre allo sfarzo dell’alta moda, ha raccontato la moda di tutti i giorni, indossata sia da personaggi illustri sia da gente comune, da uomini, donne e bambini in giro per per la città.

Un viaggio indietro nel tempo fra redingote,  giacche, corsetti, tailleur femminili e cappelli d’antan per scoprire lo stile, ma anche le abitudini del vivere quotidiano. I cilindri dell’800, i fiocchi e i merletti fatti a mano, le gonne sostenute da strutture apposite e i grandi scialli delle donne del popolo dominano la scena. Con l’avvento del ‘900 lo stile si trasforma, gli abiti da uomo riscoprono i colori tenui per la stagione estiva, le donne oltre ad accorciare i capelli, scelgono vestiti più semplici che scoprono le caviglie.

Dal secondo dopoguerra l’abbigliamento cambia ancora. Giacca e cravatta per gli uomini, abiti più pratici e corti per le donne; superfluo sottolinearlo, sono soprattutto i divi del cinema che oltre a far sognare, diventano maestri di moda e stile. Tanta curiosità, un pizzico di nostalgia, soprattutto una bella occasione per capire da dove veniamo.

Condividi:

domenica

26

Marzo 2017

0

COMMENTS

A tutto video

Written by , Posted in ADV, Backstage, Carla Ferroni, Curiosità, Eventi, Idee di moda, Novità, nuove, Primavera/Estate, Senza categoria, Stili di vita, Storie di moda

 

Qualcuna di voi lo avrà già visto, ma nel caso ve lo siate perso, ecco il video della nuova collezione primavera-estate 2017! Una veloce galleria per cogliere l’atmosfera della stagione appena iniziata, con l’interpretazione della nostra modella d’eccezione Olga Calpajiu. Bella, vero?

Tanti fiori, molte righe, camicie fluide e leggere, impreziosite da fiocchi, carré in tulle e plumetis. Ampia scelta di pantaloni jacquard dalla linea affusolata e vestibilità ottimale, ma soprattutto un dichiarato inno alla femminilità fatta di linee comfort, colori intensi e appassionati come il rosso aranciato.

Di gran moda le giacche, misurate nelle proporzioni, colorate e bon ton insieme a una vasta scelta di T-shirt giovani e moderne con tante scritte e applicazioni in strass.

Abitini eleganti con dettagli in pizzo, deliziose gonne plissé e un  mare di borse e shopping in ecopelle, colorate e ampie. Che ne dite? Avete colto il mood, come si dice in questi casi? 😉

Condividi:

mercoledì

8

Marzo 2017

0

COMMENTS

Storia della mimosa

Written by , Posted in ADV, Autunno/Inverno, Carla Ferroni, CHIEDI A CARLA, Curiosità, Eventi, Idee di moda, Novità, nuove, Primavera/Estate, Senza categoria, sociale, Spazio giovani, Stili di vita

Festa della donna

Nell’augurare ancora a tutte voi buona festa della donna e che sia, possibilmente, sempre festa… approfitto dell’occasione per ricordare, caso mai non l’aveste mai sentito dire o letto da qualche parte, qual è il motivo per cui questa pianta dai pallini gialli è diventata “il fioresimbolo dell’8 marzo?
Molte di voi conosceranno sicuramente la triste storia per cui si fu stabilito che l’8 marzo diventasse la Festa della donna. Nel 1908, l’8 marzo appunto, 129 operaie di un’industria di New York rimasero vittime di un terribile incendio in cui persero la vita. Tutto questo mentre protestavano per le condizioni di lavoro indegne a cui erano costrette.

Le donne protestano all'inizio del'900

Da allora, l’8 marzo è diventata la giornata ufficiale dedicata alle donne. Questo non spiegherebbe però il ruolo della mimosa
Perché, tra tanti fiori, proprio lei? Fiore per eccellenza della donna e dell’8 marzo? Secondo alcuni, perché nei pressi della fabbrica andata in fumo, nel 1908, cresceva un albero di mimosa che da allora sarebbe diventato simbolico. Tuttavia l’ipotesi più accreditata avrebbe un significato storico e sarebbero state proprio le donne italiane a decretare la mimosa “pianta delle donne”.

Nel 1946, l’U.D.I. l’Unione Donne Italiane, cercava un fiore per celebrare la prima Festa della donna del dopoguerra. La scelta cadde proprio sulla mimosa perché una delle poche piante in fiore già all’inizio di marzo. Quindi… W il giallo, ancora una volta, W la mimosa e soprattutto… W le donne!

suffragettes_new_york_times_1921_edited

Condividi:

sabato

4

Marzo 2017

0

COMMENTS

Che tacchi mi metto?

Written by , Posted in Carla Ferroni, Curiosità, Eventi, Idee di moda, Novità, nuove, Senza categoria, Spazio giovani, Storie di moda

Tacchi intercambianili

Le ha inventate un marchio tedesco, sono le scarpe con tacchi intercambiabili. Non ho ancora capito se è una buona idea, certo è innegabile che sia originale!  Si tratta di un prodotto versatile, capace di adattarsi ad ogni occasione. L’obiettivo è consentire alla cliente di acquistare un unico paio di scarpe che, a seconda del tacco scelto e installato, si presteranno a diversi stili, trasformandosi in un attimo in una moltitudine di modelli diversi.

Un’idea geniale, non c’è che dire!

Per non parlare poi di quando i tacchi si usurano e per continuare ad usare le scarpe è necessario andare dal calzolaio e Dio solo sa quanto è difficile trovarne oggi uno bravo. Il mestiere dell’artigiano, si sa, vive momenti duri…

L’idea di Mime et Moi, questo il nome del marchio, invece, trasforma i tacchi in un accessorio da cambiare a piacimento trasformando ogni volta un paio di scarpe in qualcosa di sempre nuovo.

Disponibile il tacco basso a blocco da 3 centimetri, quello alto a scelta tra 4 modelli differenti (blocco da 7 o 10 centimetri e stiletto da 7 o 10 centimetri). Ma c’è anche la possibilità di scegliere e divertirsi, personalizzando i modelli e rendendo le proprie scarpe ancora più originali. I tacchi sono disponibili in diversi colori e fantasie e offrono una grande varietà di combinazioni. Che ne dite? Vi sembra una bella idea? 😉

Io di certo assecondo ogni idea coraggiosa. Bravi!

Condividi:

martedì

21

Febbraio 2017

0

COMMENTS

Arte & Moda

Written by , Posted in Autunno/Inverno, Carla Ferroni, Curiosità, Eventi, Idee di moda, Novità, nuove, Primavera/Estate, Senza categoria, Spazio giovani, Stili di vita, Storie di moda

Si ricomincia, dal 22 al 27 febbraio c’è Milano Moda Donna, una settimana magica dedicata al prêt-à-porter femminile e che ha in calendario 70 passerelle e quasi 90 presentazioni. Ce n’è da vedere! Dovete anche pensare che la stagione in questione è già l’autunno-inverno 2017-2018. Come stilista lo so, funziona così, come donna faccio fatica a pensarci… c’è così tanta voglia di primavera, sole e caldo!

Sfilate a parte Milano pullula di eventi, manifestazioni e mostre. In controtendenza con quanto è successo in Grecia, dove le autorità non hanno dato il permesso a Dolce& Gabbana di utilizzare l’Acropoli per la loro sfilata, durante la settimana della moda, musei e i luoghi storici della moda saranno aperti e fruibili da tutti. È giusto! In fin dei conti la moda può essere considerata un’arte, se pur minore, un inno all’estetica, alla bellezza e sicuramente alla creatività.

Ecco perché mi fa particolarmente piacere sapere che quest’anno diversi colleghi presenteranno le loro collezioni all’interno di spazi prestigiosi come Le Cavallerizze del Museo della Scienza e della Tecnologia, la Sala delle Cariatidi di Palazzo Reale.

Non resta che augurare a tutti “in bocca al lupo e buoni affari”!

Sala Delle Cariatidi Palazzo Reale Milano

La Sala Delle Cariatidi Palazzo Reale Milano

 

.

Condividi: