CARLA FERRONI

La moda disegnata per le donne, tutte le donne!

mercoledì

8

Marzo 2017

0

COMMENTS

Storia della mimosa

Written by , Posted in ADV, Autunno/Inverno, Carla Ferroni, CHIEDI A CARLA, Curiosità, Eventi, Idee di moda, Novità, nuove, Primavera/Estate, Senza categoria, sociale, Spazio giovani, Stili di vita

Festa della donna

Nell’augurare ancora a tutte voi buona festa della donna e che sia, possibilmente, sempre festa… approfitto dell’occasione per ricordare, caso mai non l’aveste mai sentito dire o letto da qualche parte, qual è il motivo per cui questa pianta dai pallini gialli è diventata “il fioresimbolo dell’8 marzo?
Molte di voi conosceranno sicuramente la triste storia per cui si fu stabilito che l’8 marzo diventasse la Festa della donna. Nel 1908, l’8 marzo appunto, 129 operaie di un’industria di New York rimasero vittime di un terribile incendio in cui persero la vita. Tutto questo mentre protestavano per le condizioni di lavoro indegne a cui erano costrette.

Le donne protestano all'inizio del'900

Da allora, l’8 marzo è diventata la giornata ufficiale dedicata alle donne. Questo non spiegherebbe però il ruolo della mimosa
Perché, tra tanti fiori, proprio lei? Fiore per eccellenza della donna e dell’8 marzo? Secondo alcuni, perché nei pressi della fabbrica andata in fumo, nel 1908, cresceva un albero di mimosa che da allora sarebbe diventato simbolico. Tuttavia l’ipotesi più accreditata avrebbe un significato storico e sarebbero state proprio le donne italiane a decretare la mimosa “pianta delle donne”.

Nel 1946, l’U.D.I. l’Unione Donne Italiane, cercava un fiore per celebrare la prima Festa della donna del dopoguerra. La scelta cadde proprio sulla mimosa perché una delle poche piante in fiore già all’inizio di marzo. Quindi… W il giallo, ancora una volta, W la mimosa e soprattutto… W le donne!

suffragettes_new_york_times_1921_edited

Condividi:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *